Bus incendiato, il senegalese: ”ho sentito le voci”

Condividi

 

MILANO, 22 MAR – Ha agito dopo aver sentito dalle “voci dei bambini che stavano morendo nel Mediterraneo” che gli avrebbero chiesto di fare qualcosa di “clamoroso affinché questo non accada più”. Sono le parole di Ousseynou Sy, l’autista che due giorni fa ha sequestrato un bus con 51 a bordo e gli ha dato fuoco, durante l’interrogatorio di garanzia davanti al gip questo pomeriggio a San Vittore.

Da quanto si è appreso dopo l’interrogatorio di garanzia di questo pomeriggio a San Vittore, l’uomo avrebbe detto al giudice che l’intento del suo gesto era “cambiare la politica italiana e mondiale sull’immigrazione”, ovvero “fare sì che gli africani restino in Africa, ma che venga accolto in Europa chi è in viaggio”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -