Notte d’inferno: 5 rapine e tentativo di strangolamento, Milano preda degli immigrati

Condividi

 

foto repertorio

Milano | Rapine con ugni in faccia, tentativi strangolamento –  Notte movimentata, quella tra sabato e domenica, nel reticolo di vie tra la Stazione Centrale e Corso Buenos Aires. Probabilmente i membri di uno stesso gruppo di persone ha rapinato tre ragazzi nel giro di poche ore. Indagano i carabinieri, intervenuti col Radiomobile.

La denuncia del primo episodio arriva da via Roberto Lepetit, accanto alla Stazione Centrale. Alle 3.05, un uomo turco di 31 anni è stato picchiato con un pugno in faccia da un uomo che, insieme ad altri tre, lo aveva circondato e minacciato perché consegnasse il portafogli. Alla fine glielo hanno strappato via e se lo sono portati, lasciando a terra il malcapitato. La vittima, che ha detto che il bottino era di circa 200 euro, è stata trasportata al Fatebenefratelli in codice verde dai medici del 118.



Alle 4.40 in via Lazzaretto, a pochi isolati dalla prima rapina, un ragazzo italiano di 23 anni è stato accerchiato da cinque persone. Uno di loro gli ha stretto le mani al collo mentre gli altri prendevano il portafogli e fuggivano.

Poco dopo le 5, in via Giulio e Corrado Venini, è toccato ad un italiano di 24 anni. E’ stato spintonato a terra dal ‘branco’. Una volta giù, lo hanno bloccato e sono scappati con il portafogli. La vittima, ha raccontato ai militari, di essere riuscito a vedere tre aggressori.
Le indagini e i colpi in zona Como

I rapinatori di questi tre episodi sono tutti descritti come nordafricani, anche se di volta in volta il numero dei membri della gang è variato: quando quattro, quando cinque e quando tre. Ora gli investigatori, oltre a sentire vittime e testimoni, prenderanno visione delle telecamere di sicurezza presenti nelle zone delle rapine.

http://loreto.milanotoday.it

Doppia rapina violenta in corso Como a Milano: sei uomini assaltano vittime e rubano Rolex

Due Rolex rubati e due persone arrestate dal Nucleo Radiomobile dei carabinieri. E’ il bilancio di una notte movimenta in corso Como a Milano. Il sospetto è che i responsabili siano tutti membri di uno stesso gruppo.

Poco dopo le 3.30, la prima rapina, all’esterno della discoteca Loolapaloosa in corso Como. Sei uomini, apparentemente dell’Africa centrale, hanno bloccato un 33enne di Pavia e dopo averlo minacciato gli hanno rubato l’Iphone X e un Rolex Daytona da 10mila euro. Prima di fuggire.

Alle 4.45, i carabinieri del Radiomobile sono intervenuti, invece, all’incrocio tra corso Como e via Alessio di Tocqueville. Questa volta a denunciare una rapina è una ragazza italiana di 22 anni. Diversi uomini l’avevano circondata e le avevano strappato dal polso un Rolex Datejust, da quasi 10mila euro.
Ai militari, la vittima ha fatto in tempo ad indicare i responsabili, nascosti tra la folla. Alla vista delle divise, il gruppetto ha cercato di scappare ma due di loro sono stati bloccati.

Sono senegalesi, irregolari e con precedenti penali. Hanno 33 e 20 anni. Il più giovane dei due addosso nascondeva il prezioso orologio della ragazza. Sono accusati di rapina aggravata in concorso. Ora – in attesa di trovare i loro complici e capire se sono stati i protagonisti della prima aggressione – per loro si sono aperte le porte di San Vittore.

 http://niguarda.milanotoday.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -