Afghanistan, proteste contro i raid USA: “siamo stanchi della guerra”

Condividi

 

Afghanistan – I manifestanti sono scesi venerdì nelle strade di Achin, nella provincia orientale di Nangarhar, per protestare contro i raid aerei americani nella regione e chiedere la fine delle ostilità. Centinaia di manifestanti hanno marciato per le strade della città con le bandiere, cantando contro i bombardamenti statunitensi e chiedendo il ritiro delle truppe americane.

Le persone hanno espresso il loro desiderio di pace e la fine delle ostilità tra Stati Uniti, ISIS e talebani. “Le persone vengono uccise a causa dell’ISIS (il cosiddetto Stato islamico), dei talebani e degli attacchi aerei statunitensi”, ha dichiarato Kashmali Gul.



Haji Mohammad, un giovane manifestante che non puo’ frequentare la scuola a causa del conflitto, ha detto che la sua casa è stata distrutta durante un attacco aereo statunitense. “Sono qui per unirmi a questa protesta per sostenere la pace e condannare i raid aerei americani, siamo stanchi della guerra, vogliamo la pace”, ha aggiunto.

L’anno scorso, gli Stati Uniti hanno intensificato le loro operazioni militari in Afghanistan ai massimi livelli dal 2014, nel tentativo di contenere ciò che affermano essere una crescente presenza talebana nell’area.



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -