Sacrario fascista, sindaco condannato a risarcire l’Anpi

Condividi

 

ROMA, 14 MAR – La Corte d’Appello ha confermato la condanna di primo grado nei confronti del sindaco di Affile, Ercole Viri, per apologia del fascismo riguardo la costruzione di una mausoleo in città dedicato al gerarca fascista Rodolfo Graziani.

Il primo cittadino era stato condannato in primo grado a otto mesi di reclusione. La II sezione della Corte d’Appello di Roma ha confermato la sentenza di condanna emessa dal giudice di Tivoli anche nei confronti di Giampiero Frosoni e Lorenzo Peperoni, assessori dello stesso comune laziale.



Sono state anche confermate le statuizioni civili tra le quali la condanna al risarcimento di 8.000 euro in favore dell’Anpi nazionale. “Sono felice per questa notizia. Il fascismo è un crimine contro l’umanità e l’Italia, la sua Costituzione, le sue Istituzioni democratiche lo rifiutano con forza”, ha affermato il presidente dell’Anpi Carla Nespolo. (ANSA)



   

 

 



Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -