Bufala della lotta al bullismo: legò in aula compagno disabile, giudici lo graziano

Condividi

 

Legò mani e piedi al compagno disabile, lo sollevò in aria con la sedia minacciandolo di buttarlo giù dalla finestra, per poi lasciarlo cadere rovinosamente a terra.

Il tutto, per giunta, condito da insulti di ogni tipo e lancio di oggetti contro di lui: la vittima ne era uscita con contusioni guaribili in una settimana.Il bullo responsabile di questi soprusi – andati avanti per circa un anno in un liceo de L’Aquila – è stato però graziato dai giudici.

Già, perché il processo a suo carico, come riporta Il Messaggero, si è chiuso con la riforma della condanna per l’imputato, un ragazzo di 20 anni, ripetente.

In primo grado lo studente-bullo era stato condannato a tre anni di reclusione, dunque la corte d’Appello aveva ridotto sensibilmente la pena a ad un anno e quattro mesi: ora, come detto, il perdono giudiziale che estingue il reato. Insomma, una vera e propria beffa.  ilgiornale.it

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -