Pd, Renzi: “quelli che inseguono i populisti sono morti”

Condividi

 

“Siamo di fronte a un governo incompetente che ci fa vergognare di essere italiani”. E’ quanto ha detto l’ex premier Matteo Renzi presentando a Firenze il suo nuovo libro, “Un’altra strada” (Marsilio), ieri sera al Palazzo dei Congressi. “Ma noi non ci vergogniamo di essere italiani e guardiamo al futuro” sottolinea.

“Noi non siamo mai stati quell che si girano indietro. Il nostro nome è da sempre ‘domani’. Il futuro rende inquieti ma è straordinariamente affascinante per chi non si vuole arrendere al presente”. “I populisti vincono scommettendo sulla paura e quelli di noi che inseguono i populisti sono morti. La scommessa sulla paura e sul rancore fa dei populisti il partito vincente”. “Chi è il più grande investitore sulla paura in Italia oggi? E’ Matteo Salvini, che ha bisogno sempre di scommettere sulla paura – conclude -. Lui gioca sempre la carta della paura; lui i problemi non li risolve, lui i reati non li contrasta, lui i colpevoli non li cerca. Salvini commenta in modo strumentale e vergognoso tutto ciò che accade. E’ il ministro della paura”.



“Matteo Salvini a casa non ha più nessuno che gli stira le camicie allora lui si mette le divise – scherza alla fine -. Lui è l’unico che sfoggia le uniformi ma nessuno ricorda mai che Salvini è l’unico leader politico italiano che è stato condannato per oltraggio alle forze dell’ordine”. adnkronos



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -