Cinesi scoprono metodo per trasformare il rame in oro

Condividi

 

Un gruppo di ricercatori appartenenti alla Chinese Academy of Sciences, alla Ningxia University, alla Zhejiang Normal University e alla Dalian University of Technology hanno annunciato di aver individuato un processo che consentirebbe di trasformare il rame in un nuovo materiale “quasi identico” all’oro. Gli scienziati, che con la scoperta hanno conquistato anche le pagine della prestigiosa rivista scientifica Science Advances, hanno spiegato di esser giunti all’incredibile risultato bombardando degli atomi di rame con plasma di argon ad alta energia.

Ecco “l’oro artificiale” – – La reazione, da loro ricercata ma giunta in maniera inaspettata, ha causato una profonda trasformazione nella struttura elettronica del metallo che, portato a “valenza zero” (termine che indica la capacità degli atomi di combinarsi con altri atomi), è diventato meno reattivo e ha iniziato a comportarsi come i più rari metalli nobili. “Gli atomi di rame utilizzati nei test – hanno spiegato i ricercatori in una dichiarazione riportata nel South China Morning Post – ha raggiunto prestazioni estremamente simili a quelle dell’oro e dell’argento”.



Per un uso esclusivamente industriale

Stando a quanto dichiarato dal team di ricercatori, l’oro che si potrà ottenere grazie al processo non sarà pregiato quanto quello naturale. Per intenderci, non sarà possibile produrre “oro artificiale” di valore ma la scoperta è comunque rivoluzionerà svariati settori. La particolare resistenza all’ossidazione, come anche la bassa reattività ottenuta, ricorda quella dei più preziosi oro e argento. Un aspetto che renderebbe questo speciale rame perfetto per gli usi industriali. Sarà possibile realizzare componenti elettronici, da utilizzare poi come componenti per smartphone e computer, ma anche durante i sofisticati processi chimici che consentono di trasformano il carbone in risorse più utili e pulite. La scoperta dei ricercatori cinesi consentirà di trasformare il “comune rame” per poi sostituirlo ai più costosi metalli nobili.

https://notizie.tiscali.it



   

 

 



Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -