Migranti, Spagna: Sanchez stanzia 38 milioni di euro per 12.437 “minori non accompagnati”

Condividi

 

MADRID, 4 GEN – Sono oltre 12.437 i minori migranti non accompagnati accolti o tutelati dai servizi di protezione delle comunità autonome spagnole, registrati al 31 dicembre 2018 dal ministero degli Interni. Per migliorare la loro assistenza, il governo socialista di Pedro Sanchez ha stanziato un fondo di 38 milioni di euro, mentre negozia con il Marocco la possibilità di rimpatriare quelli di origini marocchine. Si stima fossero oltre 6.248 allo scorso 30 aprile, secondo i dati del ministero degli interni diffusi dalla ministra per la Sanità, gli Affari Sociali e l’Uguaglianza, Dolors Montserrat.

L’emergenza dei minori migranti non accompagnati è stata al centro delle visite, negli ultimi due giorni, del presidente del Partido Popular, Pablo Casado, alle enclavi spagnole in Marocco di Ceuta e Melilla. Casado ha attribuito l’arrivo di minori non accompagnati al “populismo migratorio del governo Sanchez” e al così detto “effetto chiamata”, per cui sempre più famiglie africane inviano bambini o adolescenti soli in Spagna da “utilizzare come apripista”.



Il leader dei Popolari, indurendo il discorso sulla scia del partito della ultradestra Vox, ha annunciato la presentazione al Congresso di un disegno di legge perché i migranti minori siano trattati come immigrati economici e non solo sottoposti a tutela sociale. (ANSAmed).

Migranti, Germania sotto choc: il 43% dei “profughi” è finto minorenne

La storia dei migranti minorenni… di 25 anni! (con moglie e figli)

Migranti falsi minorenni, Borghezio: ‘finalmente la UE ci da’ ragione’

Migranti, “basta con l’accoglienza ai falsi minori”



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -