Scossa di magnitudo 4.8, paura a Catania: danni e feriti

Paura nella notte in provincia di Catania. Una scossa di terremoto di magnitudo 4.8 è stata avvertita alle 3,19 di questa notte nell’area a nord della città. Si registrano danni e quattro feriti non gravi, con escoriazioni e contusioni. Secondo quanto riferito dall’Ingv (Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia), la scossa ha avuto epicentro a 2 chilometri a nord di Viagrande, sul versante dell’Etna, e ipocentro a un chilometro di profondità. Il terremoto è stato la più forte, assieme a un altro di magnitudo 3.3 (4 chilometri a nord di Aci Sant’Antonio all’1,09), di uno sciame sismico che dalla mezzanotte è stato registrato sui versanti del vulcano.

La macchina dei soccorsi si è immediatamente messa in moto e il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha convocato per le 5 di questa mattina il Comitato Operativo presso la sede del Dipartimento a Roma. Su Twitter gli utenti riferiscono di crolli in alcune frazioni e di gente scesa nella notte in strada.

Molta la paura tra i cittadini: “È stato troppo forte. Siamo tutti per strada qui”, scrive una ragazza. E ancora: “Ragazzi io non mi sveglio mai, questa volta caz… se l’ho sentito”. “Continuano le scosse. Le percepite anche voi? Ormai non distinguo la realtà dall’incubo”, si legge in un altro tweet. (AdnKronos)

Condividi