La UE restituisce all’Italia 5,3 milioni di euro da spendere per i “migranti”

Doverosa premessa: l’Italia è contributore netto per cui i cosiddetti “fondi UE” in realtà non esistono. Sono soldi che la UE estorce agli italiani e che poi restituisce imponendo di gettarli e/o spenderli secondo i suoi tempi e i suoi capricci, come in questo caso.

BRUXELLES – La Commissione europea ha assegnato 5,3 milioni di euro dei fondi di emergenza all’Italia, per un progetto pilota in Piemonte, per contribuire a proteggere le vittime di tratta, nell’ambito delle migrazioni. Le risorse serviranno per aiutare ad identificare le vittime e incoraggiarle ad usare il sostegno disponibile.

Dall’inizio della crisi migratoria, la Commissione ha messo a disposizione quasi 950 milioni di euro per la gestione delle migrazioni e delle frontiere in Italia. Il finanziamento comprende oltre 225 milioni di euro in aiuti di emergenza e 724 milioni di euro già assegnati all’Italia nell’ambito dei programmi nazionali del Fondo per la migrazione e l’integrazione in materia di asilo e del Fondo sicurezza interna 2014-2020. ANSA EUROPA

I miliardi regalati dall’Italia All’Europa

Condividi