Questa non è piu’ l’Italia

“Vattene a f..lo brutto infame !! ” “Pezzo di m…”..

Urlano i grandi uomini in branco…
Ed in testa arriva di tutto.
Ed hai una pistola e vesti una Divisa e sei da solo.
Nel vero senso del termine.
Solo in strada e solo soprattutto quando dovresti decidere di usare l’arma anche a scopo intimidatorio.
Solo perchè poi l’ Avvocato lo devi pagare tu e chissenefrega se hai anche un mutuo da pagare o una famiglia da mantenere perchè magari in casa entra solo il tuo stipendio.

Ecco, questo istante dovrebbero viverlo almeno una volta nella vita coloro i quali ogni giorno hanno fatto di tutto per delegittimare quella e tutte le altre Divise delle Forze dell’ Ordine.

Quelli che consentono che uno sputo su una Divisa sia un “fatto di tenue entità”.

Quelli che hanno fatto una campagna per l’ introduzione del reato di “Tortura” e che si sono indignati perchè non sia stato introdotto come reato specifico per le Forze dell’ Ordine.

Quelli che consentono a terroristi assassini di tenere “lezioni” in Università, e chissenefrega dei familiari delle vittime.

Quelli che sono pronti a sparare ad alzo zero a livello mediatico contro le Divise mentre sorvolano su manifestazioni dove si incendiano autovetture e stabili e si devastano città.

Quelli ai quali ha fatto più effetto una frase di un poliziotto che bombe carta piene di pezzi di ferro e bottiglie molotov lanciate sulle Divise.

Certo, questo mestiere lo abbiamo scelto noi, continuiamo a prendere sassi in testa, botte e sputi ma qualcosa in questo Paese DEVE cambiare.

Una Divisa che arretra significa fallimento. Ed il fallimento non è dell’ Uomo da solo dentro una Divisa, ma di un sistema che consente al male di prevalere sul bene.

E per il bene le Divise lotteranno sempre.

Segretario Provinciale S.A.P. MILANO Massimiliano PIROLA

Condividi