Macron rinuncia ad aumento di stipendio di 64 euro al mese

Macron vuole dimostrare ai cittadini francesi che anche lui fa dei sacrifici e così ha deciso di rinunciare al suo aumento di stipendio. L’aumento infatti non ci sarà. Come ha rivelato Capital, nel gennaio 2019 gli stipendi del Presidente della Repubblica e dei membri del governo avrebbero dovuto essere aumentati dello 0,4%. Nel bel mezzo di un periodo di protesta, l’aumento, anche se piuttosto ridotto, sarebbe stato probabilmente controverso.

Nel contesto del protocollo “Carriera remunerazione”, gli stipendi dei dipendenti pubblici saranno aumentati dallo 0,3% allo 0,6% il 1 ° gennaio 2019. Gli stipendi del Presidente della Repubblica e dei suoi ministri corrispondono al livello più alto della categorizzazione dei funzionari, detti “fuori scala” e avrebbero dovuto beneficiare di questa rivalutazione.

Contattato da “Capital”, l’Eliseo ha affermato che la remunerazione di Emmanuel Macron sarebbe infine rimasta stabile, a causa di una decisione scritta del suo capo dello staff inviata al dipartimento contabilità. Stessa risposta dalla parte del ministro Matignon.

Attualmente, il presidente francese guadagna 15.140 euro al mese, come il suo primo ministro. Con l’aumento, sarebbe salito a 15.204 euro, 64 euro lordi in piu’.

Condividi