Zagarolo, saccheggiavano appartamenti: presa banda di sinti, due sono minorenni

Condividi

 

Roma – Da troppo tempo, ormai, stavano saccheggiando le case di Zagarolo. Dato l’intensificarsi del fenomeno nel territorio i Carabinieri si sono organizzati con degli appositi servizi, sia con pattuglie che con personale in abiti borghesi, dedicati esclusivamente a contrastare l’odioso fenomeno.

Ieri sera, grazie alla segnalazione di un cittadino, i carabinieri sono intervenuti nella zona indicata vedendo quattro ragazzini, di origine sinti, scappare alla loro vista. Da lì è nato un inseguimento a piedi, che ha permesso ai carabinieri di bloccare tutti e quattro i ladri, anche se uno ha cercato di divincolarsi aggredendo e sferrando una forte gomitata ad uno dei militari, che dopo la caduta ha riportato lesioni guaribili in 7 giorni.



Quando tutti i ragazzi sono stati alla fine bloccati e perquisiti, uno di loro è stato trovato con un grosso cacciavite con il quale aveva tentato di forzare la porta di ingresso di un’abitazione, desistendo dall’intento e scappando per l’arrivo dei militari.

I giovani, dopo gli accertamenti di rito, sono stati condotti, i due minori presso il carcere minorile, mentre gli altri due ragazzi maggiorenni ristretti presso le camere di sicurezza del Comando Compagni in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata odierna davanti l’Autorità Giudiziaria di Tivoli.

Continuano intanto gli accertamenti e le indagini dei carabinieri per individuare eventuali responsabilità dei quattro arrestati in ordine ad altri furti perpetrati nella zona.

www.romatoday.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -