Macerata: ostetrica rifiuta di vaccinarsi, licenziata

Condividi

 

Un’ostetrica in servizio presso l’ospedale di Macerata è stata licenziata dopo avere rifiutato più volte di vaccinarsi, nonostante si trattasse di una condizione richiesta per svolgere il suo lavoro. Qualche giorno fa – riferisce il Corriere Adriatico – il direttore dell’Area Vasta 3 ha firmato la determina per il licenziamento per giusta causa e senza preavviso dell’ostetrica. Dovrebbe essere il primo caso in Italia di applicazione di questa normativa.

“Dispiace che sia andata a finire così, né io né i miei collaboratori siano contenti quando si firma un provvedimento del genere – dice il direttore generale dell’Av Alessandro Maccioni all’ANSA – ma la storia andava avanti da mesi, più volte ci sono stati incontri e colloqui”.



La determina “doveva essere firmata un mese fa, poi abbiamo deciso di aspettare altri 20 giorni”. Maccioni cita una serie di norme nazionali e regionali alla base dell’obbligo per 10 tipologie di vaccini per operatori sanitari in determinati reparti, tra cui Ostetricia Ginecologia.



   

 

 



1 Commento per “Macerata: ostetrica rifiuta di vaccinarsi, licenziata”

  1. Monia De Moniax

    La Signora ha dovuto scegliere fra il lavoro e la salute. Ha scelto la salute. Come dovrebbero fare tutti ma proprio tutti i lavoratori. E’ l’unione, non la ue, eh capisciammé, che fa la forza. E’ una Ostetrica, anche se si mette a fare le iniezioni per le case, guadagna e ben…Auguri Signora Ostetrica ! Buona Salute e buon Lavoro…buona Vita…

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -