Cina: torture ai dipendenti ritenuti poco produttivi

Dipendenti costretti a bere urina e a mangiare insetti se non raggiungevano gli obiettivi di vendita. Più che metodi motivazionali estremi, vere e proprie torture ed è per questo che i manager di un’azienda cinese di decorazioni di interni sono finiti in carcere. La polizia cinese sta indagando su questa azienda della provincia di Guizhou, dopo che sui social media erano comparsi dei video che documentavano le vessazioni messe in atto dai dirigenti.

Per il momento, a finire in carcere per un periodo che va dai 5 a i 10 giorni sono state tre persone, mentre gli inquirenti stanno raccogliendo altri elementi a loro carico. All’inizio, i dipendenti ritenuti poco produttivi venivano costretti a mangiare mostarda o peperoncino, riporta China News, ma le punizioni erano peggiorate a partire da ottobre. In alcuni casi i dipendenti venivano costretti a mangiare scarafaggi e venivano presi a cinghiate.



In altri casi, i dipendenti hanno denunciato di avere avuto i capelli rasati a zero e di essere stati spinti a bere l’acqua del water e anche urina, per non essere stati capaci di raggiungere gli obiettivi richiesti. Alcuni dei dipendenti hanno preferito licenziarsi, mentre altri sono rimasti, continuando a subire le punizioni estreme imposte dai manager. ADNKRONOS



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -