Emergenza cinghiali nelle Marche, allerta peste suina africana

Condividi

 

ANCONA, 2 OTT – Emergenza cinghiali nelle Marche non solo per viabilità e agricoltura. C’è anche un serio e potenziale problema per gli allevamenti di suini. A lanciare l’allarme è la Cia (Agricoltori Italiani) di Ancona dopo che il Ministero della Salute ha messo in allerta tutti i Servizi veterinari del territorio nazionale in seguito a casi di peste suina africana (Psa).

In Belgio sono stati trovati alcuni cinghiali selvatici morti a causa di questa malattia virale che colpisce suini e cinghiali selvatici. Solitamente letale per gli animali, la malattia è innocua per gli uomini.

I cinghiali sani vengono infettati dal contatti con altri animali infetti che pascolano all’aperto. Si ipotizza che la malattia possa diffondersi anche in Italia per vie naturali. Per la Cia, è indispensabile che le autorità competenti intervengano tempestivamente. La Psa rappresenta uno dei maggiori rischi sanitari per il comparto suinicolo: se avessero un suino colpito dal virus, le aziende dovrebbero immediatamente abbattere tutti gli altri capi dell’allevamento. (ANSA)

Preoccupazione anche all’estero >>>

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -