Aggressione sul bus, marocchino con cittadinanza italiana manda controllore all’ospedale

Bologna – Dapprima si è rifiutato di fornite le generalità poi ha aggredito il controllore. E’accaduto all’una di questa notte sull’autobus Tper numero 20.

In via Saragozza sono saliti a bordo quattro accertatori e uno di loro, napoletano di 42 anni, ha subito ingaggiato una discussione con un cittadino italiano di 23 anni, nato a Casablanca, che non aveva il biglietto, si rifiutava di mostrare i documenti necessari per redigere il verbale e aveva rimediato uno strattone. Ad avere la peggio, un altro controllore, anch’egli napoletano di un anno più giovane, che è intervenuto in supporto al collega: il 23enne lo ha spintonato mandandolo a sbattere contro un supporto del bus, così è stato allertato il 113.

Il giovane, con precedenti per furto, è stato denunciato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, oltre che per il rifiuto di declinare le proprie generalità. Il controllore ha riportato traumi alla spalla e alla testa ed è stato curato al Pronto Soccorso. La prognosi è di 10 giorni.

www.bolognatoday.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -