Palestinesi pretendono denaro dagli USA e bruciano foto di Trump

di Askanews

Palestinesi bruciano foto del presidente americano Donald Trump, del suo inviato speciale Jason Greenblatt e del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu fuori dagli uffici del consolato americano a Ramallah, in Cisgiordania, per protestare contro la decisione degli Stati Uniti di sospendere le sovvenzioni destinate a Unrwa, l’agenzia delle Nazioni unite “per i rifugiati palestinesi“.

Il governatore del distretto di Tulkarem, Abu Bakr: “Oggi siamo davanti al consolato americano per alzare la nostra voce e respingere le azioni e decisioni americane. Manteniamo l’impegno nostro diritto di tornare alla nostra terra e alla nostra auto-determinazione. Con la decisione di sospendere le sovvenzioni a Unrwa gli Stati Uniti hanno aperto la strada a una guerra per tagliare fuori l’agenzia e il diritto dei rifugiati di tornare. Il diritto di tornare non scompare. Non lo perderemo con il tempo”. (askanews)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -