Migranti senza biglietto seminano il terrore sul bus, autista aggredito

Aggredito e minacciato un autista delle Autolinee Bucci da un gruppo di stranieri, saliti sull’autobus senza biglietto. «Metti giù le mani, metti giù le mani». Ha urlato ripetutamente ad uno di loro che lo aveva afferrato per le braccia nel tentativo di immobilizzarlo. È accaduto lunedì sera a Serra de’ Conti, come riporta il Mattino.

Il mezzo era partito da Senigallia per raggiungere Sassoferrato, una linea del trasporto extraurbano coperto da vettore senigalliese che fa tappa in vari comuni della valle del Misa e Nevola. Alla fermata di Serra de’ Conti sono saliti gli extracomunitari di origini africane. Dentro c’erano altri passeggeri. Volevano sedersi senza pagare. L’autista però ha chiesto i biglietti. Nemmeno di fronte ai primi atteggiamenti aggressivi è tornato sui suoi passi. Ha insistito facendo solo il suo lavoro. È stato accerchiato, aggredito verbalmente, minacciato e trattenuto.

Sono poi arrivati i carabinieri, nel frattempo chiamati, ma prima ancora è voltato qualche pugno che non ha raggiunto l’autista. Sull’autobus c’erano anche un paio di adolescenti e una bambina sfiorata da un pugno.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -