Bimbi Rom portati nelle stazioni per imparare la tecnica del borseggio

Milano, 21 luglio 2018 – I genitori le affidavano i loro figli perché li istruisse. Ma non leggeva loro le fiabe, questa “maestra” sui generis: portava con sé gruppetti di 7, 8 ragazzini per volta nei luoghi turistici e nelle stazioni ferroviarie di Roma e Milano, attraversate da decine di migliaia di viaggiatori ogni giorno, e insegnava loro “l’arte del borseggio”.

Come scrive Il Giorno, Mensura Hrustic, 31 anni, bosniaca di etnia rom, è finita dietro le sbarre per un cumulo pene non da poco: a luglio del 2017 le è infatti stato notificato (grazie ai carabinieri della squadra Catturandi guidata dal capitano Marco Prosperi, che l’hanno scovata) un ordine di carcerazione per un cumulo di pene pari a 11 anni e 9 mesi. Il conto da saldare con la giustizia per 12 anni di furti, scippi e rapine compiute soprattutto ai danni di turisti orientali e sudamericani ma anche di anziani e persone fragili, alcune con disabilità. E agiva utilizzando 36 alias diversi.

Con sé portava spesso minori sotto i 14 anni, non imputabili, in grado di muoversi con velocità e destrezza. Ora la donna è in carcere per un cumulo di pene. Ma spesso le borseggiatrici fermate dalle forze dell’ordine tornano in libertà nel giro di pochi giorni con obbligo di firma o di dimora subito dopo l’udienza per direttissima, in attesa del processo. Oppure, per la “lieve entità” dei reati, ottengono i domiciliari. Insomma, le porte del carcere si aprono solo quando accumulano un certo numero di condanne. E nel frattempo? Continuano a “lavorare”. Magari portandosi dietro degli “allievi”.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -