Arrestato Vincent Bollorè, fermato per un caso di tangenti in Africa

Un fermo clamoroso: Vincent Bollorè è stato preso in custodia cautelare e interrogato a Nanterre nell’ambito di un’inchiesta su tangenti pagate dal suo gruppo in Africa nel 2010, in relazione a delle concessioni portuali in Togo e Guinea. La notizia è stata rilanciata dal quotidiano Le Monde.

Il numero uno di Vivendi, la scorsa settimana, ha lasciato il timone dell’azienda al figlio Yannick Bollorè, nominato nuovo presidente. liberoquotidiano.it

Condividi