Cristiana bruciata viva in Pakistan: non voleva convertirsi all’Islam

Una ragazza cristiana di nome Asma è stata bruciata viva da un giovane musulmano in Pakistan, dopo che si era rifiutata di convertirsi all’islam per sposarlo. L’uomo l’ha cosparsa di cherosene e le ha dato fuoco.

Asima, 24 anni, ha ora ustioni sull’80% del corpo ed è ricoverata in gravissime condizioni a Lahore. Lo riferisce la Bbc Urdu. L’aggressione è avvenuta nella città di Sialkot, nel Punjab. La polizia ha arrestato il ragazzo, Muhammad Rizwan.

Secondo quanto riferito dalla polizia, sia la ragazza sia il ragazzo volevano sposarsi ma entrambi si chiedevano reciprocamente di convertirsi alla religione opposta. Quando il ragazzo ha capito che lei non avrebbe ceduto, le ha dato fuoco. Il giovane, ha reso noto la polizia, ha confessato. (ilmessaggero.it)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -