Caso Consip, Renzi sentito dai magistrati

PIGNATONE E IELO GLI CHIEDONO SE LOTTI HA O MENO AVVERTITO L’EX AD MARRONI DI AVERE I TELEFONI SOTTO CONTROLLO

Matteo Renzi è stato sentito in veste di testimone e persona informata dei fatti dagli inquirenti della Procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti Consip. L’atto istruttorio riguardo l’ex premier è avvenuto dopo il confronto tra il ministro Luca Lotti e l’ex ad di Consip Luigi Marroni, di una decina di giorni fa.

Consip, Marroni conferma: ”Fu Lotti a dirmi delle cimici nel mio ufficio”

Secondo quanto riportato oggi da alcuni quotidiani al centro dell’audizione ci sarebbe stata la fuga di notizie che ha permesso agli indagati di sapere dell’inchiesta. Renzi jr venne ascoltato nell’estate 2017 dai legali di Lotti nell’ambito di indagini difensive.

Di questo hanno parlato con Renzi il procuratore aggiunto Paolo Ielo, il sostituto Mario Palazzi e il procuratore capo Giuseppe Pignatone. Durante il faccia a faccia tra Marroni e Lotti, infatti, il manager aveva ribadito la sua versione: a fargli sapere che esisteva un’indagine sulla centrale acquisti era stato, tra gli altri, lo stesso Lotti, che a sua volta è tornato invece a smentire di essere stato informato delle indagini. In pratica gli sarebbe stato chiesto di ribadire la versione fornita all’epoca. ASKANEWS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -