Calcio in faccia a carabiniere, sì a permesso di lavoro per un tunisino

AOSTA, 05 APR – Accusato di lesioni personali aggravate e resistenza a pubblico ufficiale, ha patteggiato un anno di reclusione Ahmed Gomri, tunisino di 36 anni residente a Brescia ma con un lavoro nell’edilizia ad Aosta. Era stato arrestato nella notte dai carabinieri. I gestori di un locale di corso Battaglione, nel capoluogo regionale, avevano chiamato le forze dell’ordine sostenendo che l’uomo stesse disturbando. I militari, una volta intervenuti, lo hanno fatto salire sulla loro auto ma Gomri, in base alla ricostruzione della procura, ha sferrato a uno di loro un calcio al volto.

Al termine del processo per direttissima, il giudice Marco Tornatore (pm Eugenia Menichetti), anche per il pericolo di recidiva di “comportamenti violenti da ubriaco”, ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari, anticipando che gli sara’ comunque concesso il permesso per il lavoro. L’uomo era difeso dall’avvocato Stefano Marchesini. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Calcio in faccia a carabiniere, sì a permesso di lavoro per un tunisino”

  1. Incredibile Italia!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -