Spia avvelenata, 14 Stati UE espellono diplomatici russi

“Come seguito” di quanto deciso al vertice Ue della settimana scorsa, in risposta all’attacco di Salisbury “oggi già 14 Stati membri hanno deciso di espellere diplomatici russi”. Così il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, spiegando che “altre espulsioni non sono da escludere nei prossimi giorni e settimane”.

La Germania vorrebbe espellere quattro diplomatici russi per l’avvelenamento dell’agente in Gran Bretagna. Lo riportano media tedeschi, fra cui Sueddeutsche Zeitung e Dpa.

Non è mai stato provato che la spia sia stata uccisa dai russi.

Gli Usa hanno annunciato la decisione di espellere 60 “spie” russe come reazione al caso dell’avvelenamento dell’ex spia russa Sergey Skripal in Gran Bretagna, attribuito a Mosca. Il presidente Donald Trump ha firmato un ordine che prevede anche la chiusura del consolato di Seattle, che si trova vicino a una base della Marina militare; i funzionari russi dovranno lasciare gli Stati Uniti entro sette giorni.

L’amministrazione statunitense sostiene che le 60 “spie” abbiano approfittato della copertura diplomatica per lavorare negli Stati Uniti. (askanews)

Condividi