Gentiloni: “conti pubblici dell’Italia molto in ordine, crescita stabile”

I conti pubblici “sono non in ordine ma molto in ordine” la crescita è tornata ed è “stabile” e “dobbiamo partire dalla consapevolezza che questi risultati che sono costati sacrifici” alle famiglie e alle imprese “non possono essere dilapidati, disperderli o dilapidarli sarebbe assolutamente irresponsabile”. Così il premier Paolo Gentiloni alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico della Luiss sottolineando che “non è il tempo delle cicale”.

Per Gentiloni “non è il tempo di scardinare pilastri del nostro sistema pensionistico e fiscale, non è il tempo delle cicale, ma è il tempo della competenza, della serietà e dell’investimento sul futuro”.

“L’Italia attraversa una fase dove è più che mai necessario coraggio e fiducia. Fuori dalla più grande crisi dal dopoguerra, con una crescita stabile”, ha anche detto il premier.

I conti non sono affatto in ordine Padoan: “Abbassare le tasse in deficit è troppo rischioso”

“Quando si parla della prossima fase politica – ha proseguito – guai a dimenticare che uno degli obiettivi” deve essere “passare dalla stabilizzazione e leggerissima” discesa del debito “a una fase di riduzione graduale, sostenibile e significativa del nostro debito pubblico, se ne parla un po’ poco” ma “deve essere uno degli obiettivi fondamentali del nostro paese”.

“Agli interlocutori economici e ai leader stranieri che mi chiedono dell’ instabilità politica- ha aggiunto Gentiloni – io rispondo che sono fiducioso perché l’Italia è da 70 anni fra i grandi Paesi europei il più coerente, il più stabile e i cui fondamentali sono fra i più riconoscibili da parte degli investitori e da parte internazionale. Al cambiamento dei cambi di governo non hanno corrisposto cambiamenti in politica economica e estera e nell’affidabilità per gli investitori. Il che non vuol dire che non ci siano problemi ma è un Paese che merita fiducia”.

Secondo il presidente del Consiglio, “c’è una parte di Italia che corre e una parte che fatica ed è rimasta indietro e se non ci occupiamo anche di questa parte faremo molta fatica a progredire”. ANSA

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Gentiloni: “conti pubblici dell’Italia molto in ordine, crescita stabile””

  1. Bisogna fare “i sacrifici” a causa degli impegni con la NATO e le Risorse (i “profughi”) del suo amico Attaii

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -