Alessandra Mussolini: “Gene Gnocchi, tu sei un verme!”

di Elena Barlozzari

“Si chiama Claretta Petacci”, per il comico Gene Gnocchi che, ieri, nel salotto di Floris ha paragonato la povera Petacci – morta ammazzata senza aver commesso alcun crimine se non quello di aver amato Benito Mussolini – ad un suino. Alla gag di Gnocchi, il conduttore di “Di Martedì” ha risposto con una risatina divertita e la trasmissione è andata avanti, come se nulla fosse.

Viene da domandarsi: dove sono le donne indignate che si battono contro il femminicidio? E la folla forcaiola di attrici e soubrette che, in questi mesi, ha denunciato le molestie (vere o presunte) di registi e produttori? Non pervenuta nemmeno la sinistra radical-chic sempre pronta a stigmatizzare le battute maschiliste di Berlusconi.

In queste ore, però, l’hashtag #GeneGnocchi è tra i topic trend di Twitter e centinaia di persone comuni ed esponenti politici stanno cinguettando tutto il loro sdegno. La prima è la nipote del duce, l’eurodeputata di Forza Italia Alessandra Mussolini, che dal suo account ufficiale scrive: “Gene Gnocchi, tu sei un verme! Paragonare il maiale che gira per Roma alla Petacci è una merdata che solo uno stronzo come te poteva partorire”.

Da Fratelli d’Italia, l’ex senatore Marcello De Angelis cita i “Cantos” di Ezra Pound: “Manes fu conciato e impagliato/ così Ben e Clara a Milano/ che vermi mangiassero il tortello morto/ ma il due volte crocefisso/ dove lo trovate nella storia?”.

Il deputato ex An, ora fittiano, Massimo Corsaro chiama in causa la Boldrini: “Signora Presidente, nulla da dire sulla performance di Gene Gnocchi e Floris?”. Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia, ha postato il famoso scatto che ritrae la Petacci, ormai esanime, appesa a testa in giù a piazzale Loreto e commentato: “Claretta Petacci, donna innocente, innamorata, uccisa, stuprata, appesa e maciullata dai partigiani. Goditi il frutto del tuo odio. Ne sarai orgoglioso, vigliacco”.

Iil numero uno di Forza Nuova, Roberto Fiore: “L’infelice battuta di Gene Gnocchi su Claretta Petacci non rappresenta altro che la triste retorica di chi, come i sinistroidi, non ha altre argomentazioni da proporre se non offese”.

Nel frattempo, dall’associazione no profit “Campo della Memoria”, che si è occupata del restauro della tomba monumentale della Petacci al Verano di Roma, il presidente Alberto Indri fa sapere: “Stiamo già raccogliendo le firme per chiedere l’allontanamento di Gnocchi dalla trasmissione”.

www.ilgiornale.it



   

 

 

5 Commenti per “Alessandra Mussolini: “Gene Gnocchi, tu sei un verme!””

  1. Mi associo in difesa della memoria di un personaggio storico donna ed innocente.

  2. Fateci sapere dove firmare per far allontanare gene gnocchi.

  3. Vergognosa osservazione. Gene Gnocchi deve essere radiato dalla Tv , che noi paghiamo !!!

  4. Gnocco sei un pallone gonfiato! VERGOGNATI!!!

  5. Solo un povero idiote poteva fare una simile battutaccia..
    Non capisco come si fa a mandare in tv certi personaggi
    E non capisco chi segue questi stupidi ignoranti compreso il Floris

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -