“Su Etruria emerge l’inenarrabile. Bankitalia non ha vigilato per nulla”

“La verità, prima o poi, viene a galla”. E’ stato Andrea Marcucci il primo a uscire allo scoperto. Gli ultimi risvolti dell’inchiesta della Commissione parlamentare sulle banche hanno fatto sussultare i renziani, che hanno seguito con attenzione l’audizione di oggi del procuratore della Repubblica di Arezzo, Roberto Rossi.

Il senatore del Pd, su Twitter, ha scritto: “Alla fine anche su Banca #Etruria stanno emergendo chiaramente le responsabilità di #Bankitalia. La verità, prima o poi, viene a galla“. Nello stesso momento, Matteo Renzi era sul treno del Pd in giro per il Piemonte, per l’occasione con Maria Elena Boschi.

Il segretario del Pd non parla, attende gli sviluppi. Domani, quando farà il punto finale sul viaggio del treno ‘Destinazione Italia’, ha promesso di tornare su questo tema. Per adesso, si è limitato ad una espressione molto esplicita a chi lo ha aggiornato sui lavori della commissione.

“Sta emergendo una responsabilità di Bankitalia, come già sulle Venete -spiegano fonti del Nazareno vicine al leader dem-. Quello che sta uscendo ha dell’incredibile, dell’inenarrabile, emerge che Bankitalia non ha vigilato per nulla”.

ADNKRONOS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -