Islam, Oxford ritira riconoscimento a Suu Kyi: “non ha aiutato i Rohingya”

Condividi

 

LONDRA, 28 NOV – Oxford ‘punisce’ la leader birmana Aung San Suu Kyi e le revoca un riconoscimento concesso 20 anni fa accusandola di aver assistito senza far nulla alla presunta “repressione scatenata dai militari” nel suo Paese contro la minoranza musulmana dei Rohingya.

I Rohingya vogliono uno stato musulmano indipendente in Birmania

La ‘Freedom of the City’ era stata assegnata ad Aung nel 1997: si tratta della più alta onorificenza a disposizione del Municipio della storica città universitaria inglese. La revoca rappresenta un caso più unico che raro, ma è stata approvata ieri sera all’unanimità dal consiglio comunale.

Birmania: musulmani Rohingya attaccano soldati, 6 morti

Birmania: ribelli islamici attaccano la polizia, 32 morti

Birmania, monaci buddisti marciano contro l’ONU: “difende gli islamici”

“Nel ’97 – si legge nella motivazione – Aung San Suu Kyi incarnava i valori di tolleranza e internazionalismo espressi da Oxford. Oggi abbiamo preso la decisione senza precedenti di ritirarle la più grande distinzione concessa da questa città a causa della sua inazione di fronte all’oppressione della minoranza Rohingya”. L’accaduto coincide casualmente con la visita del Papa nello Stato del sud-est asiatico. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -