Sardegna: chiese profanate a Tempio, statue bruciate e spaccate

La Diocesi di Tempio ha segnalato ai carabinieri, che hanno iniziato subito le indagini con un primo sopralluogo, un raid vandalico all’interno di due chiese campestri della cittadina gallurese.
I danni – scrive unionesarda.it –  sono stati scoperti da alcune persone che erano entrate nelle chiese della Madonna di “Mezaustu” e della Trinità per sistemare arredi e fiori.
I responsabili dell’atto sacrilego, avvenuto probabilmente la notte scorsa, hanno bruciato la statua della Madonna e spaccato altre statue, scaraventandole a terra.
Sui muri ci sono anche scritte deliranti.

Don Francesco Tamponi, responsabile dell’Ufficio Beni culturali della Diocesi di Tempio: “Questa è una vigliaccata, contro la fede, contro la cultura e le tradizioni dei galluresi. Vorrei che queste persone venissero da me, se hanno il coraggio di farlo, per parlare dell’obbrobrio del quale sono responsabili. Li sfido”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -