Dall’Italia 30 milioni di euro al Ciad

Il Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Mario Giro, accompagnato dall’Ambasciatrice d’Italia Samuela Isopi, in missione in Ciad dal 18 al 21 aprile.

La visita, nel corso della quale il Vice Ministro Giro ha incontrato il Presidente del Ciad Idriss Déby e il ministro degli Esteri Hissein Brahim Taha, ha messo in evidenza come il Ciad abbia bisogno del sostegno internazionale per far fronte ai continui attacchi dei terroristi di Boko Haram, controllare in maniera più efficace il passaggio dei flussi migratori diretti verso il Mediterraneo e fronteggiare la crisi ecologica e umanitaria che ha colpito il bacino del lago Ciad, dove circa 50 mila persone sarebbero state colpite dalla carestia causata dall’abbassamento delle acque del lago.

In tale contesto, il Vice Ministro Giro, nello specificare come il Ciad sia per l’Italia un interlocutore naturale per garantire la sicurezza della fascia saheliana, del Mediterraneo e in definitiva dell’Europa, ha valorizzato l’impegno assunto dall’Italia nel corso della Conferenza di Oslo di sostenere il Paese con 30 milioni di euro in 3 anni.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -