Gli USA accusano la Cina: gli hacker ci rubano informazioni

 

cyberwar

Un gruppo di hacker cinesi ha cercato di rubare informazioni segrete dalla portaerei statunitense Ronald Reagan, in pattuglia nel Mar cinese meridionale. A rivelarlo è FireEye, un’azienda statunitense di sicurezza informatica, che è andata a raccontarlo al Financial Times, giornale della fuffa finanziaria dell’establishment.

L’attacco sarebbe stato condotto l’11 luglio. Gli hacker avrebbero inviato una e-mail, mascherata da documento ufficiale della portaerei, al personale di un governo straniero che si trovava in visita a bordo; un’e-mail che conteneva il malware Enfal, che può essere usato per copiare informazioni da un computer infettato o scaricare ulteriori virus.

Secondo FireEye, il gruppo di hacker responsabile dell’attacco sarebbe lo stesso che in passato ha cercato di violare i computer dei sistemi di difesa statunitensi e vietnamiti.L’obiettivo dei pirati informatici cinesi era di rubare informazioni sulle manovre militari in corso e sui sistemi di comando e controllo della Marina degli Stati Uniti, secondo la società di sicurezza informatica. Non esistono prove del coinvolgimento diretto del governo cinese e nemmeno del successo dell’attacco informatico. (con fonte askanews)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -