Migranti, Kyenge: “Europa imprigionata dalle paure. C’è da vergognarsi”

 

GENOVA, 18 SET – “L’Europa sta reagendo con la paura, è imprigionata dalle sue paure e il trattato di Dublino è il nodo di tutto quello che sta succedendo”. Lo ha detto l’ex ministro ed eurodeputata Cècile Kyenge a un convegno a Ventimiglia.

“Quando un migrante arriva su un territorio rimane bloccato: questo è in contraddizione con il principio della libera circolazione, che è stata una conquista dell’Unione Europea e va conservata”. Per questo la richiesta d’asilo, secondo l’eurodeputata, andrebbe fatta direttamente alla Ue e non ai singoli Stati. Non piace a Cécile Kyenge la “relocation” che prevede una ricollocazione di 160mila migranti in Europa: “E’ vergognoso. 160mila è un numero troppo basso. Siamo in uno stato federale con oltre 550 milioni di abitanti e quando ci confrontiamo con dati di altri paesi e di altri continenti c’è solo da vergognarsi. Inoltre ad oggi sono poco più di 4500 le persone che sono state ricollocate”. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -