Sisma, aumento accise benzina. Codacons: è inaccettabile

 

Inaccettabile, ci opporremo con ogni mezzo. Il governo reperisca i fondi tagliando gli sprechi della classe politica.

Ecco l’elenco delle accise che pesano sui carburanti

Durissimo il Codacons contro l’ipotesi di un aumento delle accise sui carburanti per far fronte all’emergenza terremoto, possibilita’ che, secondo le ultime notizie, sarebbe attualmente allo studio del Governo.
“La sola idea di aumentare per l’ennesima volta le accise sulla benzina e’ inaccettabile – attacca il presidente Carlo Rienzi – Questo perche’ nel corso degli anni si e’ fatto piu’ volte ricorso alla tassazione sui carburanti per reperire risorse finalizzate ad emergenze varie, accise che una volta entrate in vigore non sono state piu’ revocate, portando oggi i listini di benzina e gasolio ad essere i piu’ cari d’Europa. Ci opporremo con ogni mezzo a qualsiasi intervento dell’esecutivo sui prezzi dei carburanti, che avrebbe un impatto enorme sulla collettivita’ ed effetti disastrosi sui consumi”.

“Il Governo Renzi ha il dovere di trovare risorse per l’emergenza terremoto e per il sacrosanto sostegno delle popolazioni colpite dal sisma, ma deve reperire soldi tagliando gli sprechi della P.A. ed eliminando i costosissimi privilegi della classe politica, senza mettere le mani nei portafogli degli italiani” – conclude Rienzi. AGI

Ecco l’elenco completo delle accise in vigore in Italia:

1,90 lire (0,000981 euro) per il finanziamento della guerra d’Etiopia del 1935-1936;
14 lire (0,00723 euro) per il finanziamento della crisi di Suez del 1956;
10 lire (0,00516 euro) per la ricostruzione dopo il disastro del Vajontdel 1963;
10 lire (0,00516 euro) per la ricostruzione dopo l’alluvione di Firenzedel 1966;
10 lire (0,00516 euro) per la ricostruzione dopo il terremoto del Belicedel 1968;
99 lire (0,0511 euro) per la ricostruzione dopo il terremoto del Friuli del 1976;
75 lire (0,0387 euro) per la ricostruzione dopo il terremoto dell’Irpinia del 1980;
205 lire (0,106 euro) per il finanziamento della guerra del Libano del1983;
22 lire (0,0114 euro) per il finanziamento della missione in Bosnia del1996;
0,02 euro per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004.
0,005 euro per l’acquisto di autobus ecologici nel 2005;
0,0051 euro per far fronte al terremoto dell’Aquila del 2009;
da 0,0071 a 0,0055 euro per il finanziamento alla cultura nel 2011;
0,04 euro per far fronte all’arrivo di immigrati dopo la crisi libica del 2011;
0,0089 euro per far fronte all’alluvione che ha colpito la Liguria e laToscana nel novembre 2011;
0,082 euro (0,113 sul diesel) per il decreto “Salva Italia” nel dicembre2011;
0,02 euro per far fronte ai terremoti dell’Emilia del 2012.



   

 

 

1 Commento per “Sisma, aumento accise benzina. Codacons: è inaccettabile”

  1. Grazie al Signor Rienzi del Codacons, ha detto le parole sante: che si togliessero i privilegi stratosferici che mettessero parte dei loro LAUDI STIPENDI verso i cittadini terremotati, aggiungerei perchè non fanno una cosa giusta una volta per tutte questi Politici? ossia fare donazioni in denaro con un bel elenco di tutti i Politici che stanno al Governo e alle Regioni che versano un loro contributo con nome e cognome? dai fatelo questo gesto di solidarietà! tutta la nazione ve ne sarà grata!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -