Pakistano espulso nel Milanese, era pronto a colpire anche lʼaeroporto di Bergamo

 

pakistano-espulso

Farook Aftab, il magazziniere di 26 anni di Vaprio d’Adda, in provincia di Milano, espulso perché accusato di essere un “aspirante combattente” dell’Isis, era pronto a colpire anche l’aeroporto di Bergamo, il terzo scalo d’Italia. Lo rivela il Corriere della Sera. Voleva il martirio e riteneva gli attentati di Parigi una “legittima” reazione alle operazioni dalla Francia. Prima di essere espulso, a Il Giorno aveva mentito: “Non sono un terrorista”.

Secondo gli accertamenti del Ros di Milano, Farook Aftab aveva esaminato su internet documenti e filmati riconducibili al fondamentalismo islamico e al terrorismo di matrice jihadista. Aveva inoltre giurato, in modo anonimo, sottomissione al Califfo davanti a un video on line, seguendo cosi’ il rito previsto dall’Isis per gli aspiranti affiliati che si trovino in uno stato occidentale.

Arrivato nel nostro Paese nel 2003, Farook aveva provato a ottenere la cittadinanza italiana, ma la richiesta era stata respinta questa primavera. Per questo, secondo gli 007, aveva cominciato a dare segni di maggior aggressività, tra cui la minaccia di “colpire” anche un’enoteca.

La difesa: “Non sono un terrorista” – “Non mi sono convertito al Califfato. Non sono mai andato sui siti degli estremisti”. Così il 26enne, in un’intervista a Il Giorno, ha respinto tutte le accuse prima di essere espulso. Aftab, infatti, è stato trasferito nel Cie di Torino e poi imbarcato su un volo diretto a Islamabad. “Sono un musulmano ma non un terrorista, tutti mi conoscono come una persona disponibile”, si è difeso. tgom24

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Pakistano espulso nel Milanese, era pronto a colpire anche lʼaeroporto di Bergamo”

  1. Del senno di poi, son pien le fosse. !!!
    Anche le allodole si acchiappano con lo “specchietto”.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -