UE: prostituzione e sfruttamento del lavoro, in Europa 16mila schiavi

 

Bruxelles – L’Italia è tra i principali Paesi dell’Ue dove il mercato della compravendita di esseri umani è più fiorente. Lo rileva la Commissione europea nel primo rapporto sul traffico di esseri umani, pubblicato oggi. Il documento denuncia che un totale di 15.846 persone tra uomini, donne e bambini sono stati vittime di traffico di esseri umani all’interno dell’Ue tra il 2013 e il 2014.

Secondo le informazioni fornite dall’agenzia di polizia europea Europol e contenute nel rapporto, “Austria, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Regno Uniti sono i Paesi più colpiti dai trafficanti di esseri umani”. Ciò si deve alla “domanda elevata di sesso e lavoro a basso costo” Sfruttamento sessuale e sfruttamento del lavoro sono i principali motivi alla base del fenomeno della tratta di esseri umani.

Schiavi senza età: la UE boccia l’emendamento contro il lavoro minorile

Immigrati, “Lex Iulia de civitate”: la Merkel apre il mercato degli schiavi qualificati

Gentiloni: Servono canali d’immigrazione legale, l’Europa ha bisogno di manodopera

13mila persone vivono come schiavi in Gran Bretagna

La Troika cerca schiavi in Grecia, “lavoro volontario senza paga”

Sesso e lavoro, almeno 16.000 ‘schiavi’ in Europa

Fra il 2013 e il 2014, almeno 15.846 uomini, donne e bambini sono stati vittime di una moderna forma di schiavismo, o di “tratta di esseri umani” all’interno dell’Ue. “Data la complessita’ del fenomeno – precisa la Commissione europea – i numeri potrebbero essere molti piu’ elevati”. E’ quanto emerge dal primo rapporto Ue sulla tratta di esseri umani, pubblicato oggi.

Secondo il documento, la prostituzione resta il primo motivo alla base del fenomeno, con il 67% delle persone vittime della compra-vendita di persone al centro di uno “sfruttamento sessuale”. Segue lo “sfruttamento del lavoro” (21%). Le vittime sono soprattutto donne (76%), ma uno su dieci e’ un bambino (15%).

Sono diverse, secondo il rapporto della Commissione europea, le forme attraverso cui si produce il traffico di esseri umani: matrimoni forzati, crimine organizzato, sfruttamento delle persone con disabilita’, internet, e attivita’ nel contesto del fenomeno migratorio e dei flussi dei richiedenti asilo. Ma il problema non e’ legato solo all’immigrazione. Secondo i dati contenuti nel documento dell’esecutivo comunitario, il 65% delle vittime di traffico di esseri umani viene da paesi Ue (soprattutto Bulgaria, Polonia, Romania, Ungheria e Paesi Bassi). Mentre la maggior parte delle persone extra-comunitarie vittima delle tratte viene da Albania, Cina, Marocco, Nigeria e Vietnam. “Il rapporto ci guidera’ nella definizione dello sviluppo delle nostre politiche in materia”, ha garantito Dimitris Avramopoulos, commissario europeo per gli Affari interni e l’immigrazione. “E’ inaccettabile e ingiustificabile che nel ventunesimo secolo ci siano esseri umani venduti, comprati e usati come oggetti, e dobbiamo varare un quadro legislativo forte” per combattere il fenomeno.

Tratta nigeriani, +300% venduti in Italia
Il traffico di cittadini nigeriani comprati e venduti in Italia aumenta sempre di piu’. Il rapporto della Commissione contiene dati Unicef e Oim (Organizzazione mondiale per le migrazioni) secondo cui “nel 2015 l’Italia ha visto un aumento del 300% del numero dei nigeriani giunti via mare dalla Libia e divenuti vittime dei traffici, rispetto ai livello dei 2014″. Le cifre indicano 4.371 cittadini nigeriani finiti sul mercato degli esseri umani tra gennaio e settembre 2015: nel 2014 furono 1.008. (AGI)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -