L’Italia regala 500mila euro all’ONU “per i rifugiati del Sudan”

 

Con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita della popolazione e dei rifugiati nel Sudan orientale, il Governo italiano, attraverso l’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo, contribuirà alla realizzazione di un nuovo progetto di Unops – l’Ufficio di Servizi ai Progetti delle Nazioni Unite – nello Stato di Kassala. I fondi, pari a 500mila euro, saranno destinati a una iniziativa della durata di 15 mesi, che guarderà da un lato a migliorare l’assistenza sanitaria primaria materno-infantile e dall’altro a garantire un approvvigionamento idrico costante nella località di Girba.

“La Cooperazione è un investimento per il futuro – ha dichiarato l’Ambasciatore italiano in Sudan, Fabrizio Lobasso – ed è chiaro che stiamo lavorando per migliorare le condizioni di vita per i rifugiati, ma vogliamo essere testimoni, in un futuro prossimo, della loro integrazione professionale e personale in Sudan, un’importante risorsa di benessere per tutto il Paese. Molto è stato fatto in questo senso, ma il nostro impegno è fare di più”.

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi