Dall’Italia 35 milioni di euro all’Ecuador “per politiche di sviluppo”

 

L’Ambasciatore italiano a Quito, Marco Filippo Tornetta, e il ministro degli Esteri ecuadoriano, Guillaume Long, hanno firmato il nuovo Accordo di conversione del debito in progetti di sviluppo tra i due governi. L’intesa, che prevede l’impiego delle risorse per l’esecuzione di progetti di sviluppo in diversi settori, giunge a conclusione di un lungo negoziato e sancisce l’avvio di un nuovo Programma il cui valore complessivo ammonta a 35 milioni di euro. Lo riferisce la Farnesina

A seguito del grave sisma che lo scorso 16 aprile ha colpito il Paese – e in particolare le Province costiere di Esmeraldas, Manabi, Santo Domingo, Santa Elena, Guayas El Oro e Los Rios-, il governo ecuadoregno ha manifestato la volonta’ di orientare le risorse liberate dall’operazione di “debt swap” al finanziamento di iniziative che possano fornire una risposta pronta ed efficace alle gravi necessita’ emerse a seguito della catastrofe naturale. Il terremoto ha causato oltre 650 vittime e circa diecimila feriti, arrecando gravi danni alle infrastrutture e infliggendo un duro colpo al tessuto socio-economico delle aree coinvolte.

Il Programma di Conversione, la cui nuova denominazione e’ Fieds (Fondo Italo Ecuatoriano para el Desarrollo Sostenible), potra’ quindi rappresentare un valido strumento per contribuire alla ripresa delle popolazioni colpite.

Le azioni sviluppate con le risorse del Fondo di Contropartita Italo-Ecuatoriano, attivo nel Paese da oltre un decennio, costituiscono gia’ oggi un punto di riferimento per la cooperazione internazionale operante nel paese. Nei suoi primi dieci anni di attivita’, il Fondo ha infatti finanziato un totale di 115 iniziative in 23 province ecuadoriane, contribuendo al miglioramento delle condizioni di vita – in termini economici, educativi, igienico-sanitari ed ambientali – di circa 360 mila persone. L’Accordo testimonia il rinnovato impegno dell’Italia a sostegno delle politiche di sviluppo dell’Ecuador, Paese in cui e’ in atto un articolato programma di cooperazione che prevede interventi nei settori della salute, microcredito, ambiente e sviluppo rurale, con particolare attenzione rivolta alle fasce piu’ vulnerabili della popolazione.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -