Crollo prezzo del latte e invasione di latte straniero: la UE intervenga

“Crollo prezzo del latte e invasione latte straniero: la UE intervenga con misure straordinarie per salvare le stalle italiane e venete”

L’europarlamentare Bizzotto: “In Veneto a rischio 3300 allevamenti dopo le oltre 430 stalle chiuse nel 2015. Situazione drammatica in tutto il Paese: il Governo Renzi non fa nulla e affossa le nostre aziende

Il crollo del prezzo del latte e la cosiddetta ‘guerra del latte’ che moltissimi produttori veneti e italiani stanno combattendo contro il monopolio delle multinazionali della grande distribuzione e contro l’invasione del latte straniero, arrivano nelle aule del Parlamento Europeo.

A farsi portavoce delle istanze delle associazioni di allevatori, produttori e aziende del settore lattiero caseario veneto e italiano, è l’europarlamentare della Lega Nord Mara Bizzotto che, con un’interrogazione urgente, ha portato all’attenzione della Commissione UE “la difficilissima situazione in cui versano le stalle italiane e venete che stanno rischiando di chiudere definitivamente i battenti per colpa del crollo del prezzo del latte e della vera e propria invasione di latte straniero, a prezzi stracciati e senza nessun controllo sulla qualità e salubrità, proveniente soprattutto dall’Est e dal Nord Europa”.

“La situazione che stanno vivendo i nostri allevatori è davvero insostenibile e paradossale: le industrie della grande distribuzione pagano i nostri produttori meno di 30 centesimi al litro (con casi limite persino di 22-23 centesimi), quando il costo della produzione supera i 40 centesimi – spiega l’eurodeputata Bizzotto – Le multinazionali e le grandi industrie preferiscono comprare il latte a basso costo e bassa qualità proveniente dall’Est Europea (20-21 centesimi al litro) e spacciarlo poi per italiano, con il risultato che nei supermercati 3 litri di latte su 4 arrivano dall’estero senza che i consumatori lo sappiano, al pari di cagliate e di semilavorati stranieri che vengono trasformati industrialmente per essere venduti come mozzarelle e formaggi italiani”.

“In Veneto, che è la terza Regione italiana per produzione di latte e di formaggi (rappresenta il 10% del latte prodotto in Italia e il 17% dei formaggi Dop), i numeri sono spaventosi – continua l’on. Bizzotto – Nel 2015 hanno chiuso oltre 430 stalle (con il record di 150 in provincia di Vicenza e 135 nel Trevigiano) e buona parte delle 3300 stalle ancora attive rischiano seriamente il default perché non possono continuare a produrre in perdita, dato che il prezzo del latte non copre nemmeno i costi di produzione”.

Per questi motivi l’eurodeputata Bizzotto, membro della Commissione Agricoltura del Parlamento, chiede alla “Commissione UE di intervenire, in modo concreto e urgente, con una serie di misure economiche straordinarie che servano a salvare migliaia di aziende e di posti di lavoro e con l’introduzione dell’etichettatura obbligatoria e della completa tracciabilità della filiera, per fare in modo che solo il latte effettivamente prodotto in Italia possa essere commercializzato come italiano”.

“Un intervento reso oggi ancora più necessario – conclude l’europarlamentare leghista Mara Bizzotto – dalla mancanza di risposte positive da parte del Governo Renzi e del Ministero che stanno abbandonando al loro destino migliaia di aziende e che, invece di sostenerle, le stanno ancor più affossando come dimostra lo scandalo delle multe quote latte triplicate da Roma e la pazza idea del “prelievo di solidarietà” a carico degli allevatori”.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -