Donne stuprate: la Germania perseguita le vittime, non gli aggressori

 

Dopo i fatti di Colonia a Capodanno, il dibattito politico in Germania torna a ruotare intorno alla delicatissima questione della violenza di genere e dello stupro.

Stupro

Il Parlamento tedesco discuterà infatti domani un disegno di legge per riformare i reati sessuali, approntato proprio in seguito alle violenze di masse della notte di San Silvetro, in cui centinaia di donne sono state molestate da decine di aggressori, molti dei quali probabilmente stranieri.

Un disegno di legge molto contestato dalle associazioni antiviolenza perché prevede che le vittime di abusi dimostrino di aver opposto resistenza agli stupratori. Se manca questa prova, l’aggressore potrebbe cavarsela impunemente.

Dire “no”, insomma, potrebbe non bastare per far condannare i responsabile delle violenze. Il governo di Angela Merkel, com’era prevedibile, è stato subito sommerso dalle proteste: numerose le associazioni che si oppongono a un disegno di legge definito “pericoloso e ambiguo”.

Germania: il Governo lancia un piano di indottrinamento al meticciato

Hitler e il muftì di Gerusalemme - nazismo e islam

Hitler e il muftì di Gerusalemme – nazismo e islam

Secondo il testo elaborato dal ministro della Giustizia Heiko Mass, i giudici potranno perseguire chi si approfitta di “una situazione in cui un’altra persona è incapace di opporsi”. Per chi è in grado di resistere, invece, non basterà dire “no”, ma servirà una resistenza attiva – e inequivocabile. Un’impostazione che si concentra sul comportamento della vittima e non dell’aggressore, denunciano dalle associazioni contro la violenza di genere.

“Un no chiaramente espresso – afferma Karin Nordmeyer, presidente del Comitato tedesco di Un Women – deve bastare per punire un o una colpevole”. IL GIORNALE



   

 

 

1 Commento per “Donne stuprate: la Germania perseguita le vittime, non gli aggressori”

  1. Niente di strano:è conforme al piano kalergi.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -