Libia: arrivati oltre 1000 blindati, il generale Haftar prepara l’attacco a Sirte

 

blindati-libia

ROMA, 25 APR – I commando britannici dicono che “si preparano” a lanciare entro alcune settimane (piu’ dopo che prima) un attacco contro l’Isis a Sirte. Lo scrive il Daily Mail, precisando che le forze speciali Gb si uniranno a quelle francesi e americane. I militari britannici verranno impiegati simultaneamente anche nell’operazione per riconquistare Mosul, la ‘capitale’ del Califfato in Iraq.

Intanto il generale Khalifa Haftar – come scrive LA STAMPA – li sta fregando sul tempo; ha ricevuto un’enorme fornitura di armi per l’Esercito nazionale libico (Lna), che sotto il suo comando sta conducendo un’offensiva contro gli islamisti a Derna, Bengasi e Adjabiya e vuole puntare alla roccaforte dell’Isis a Sirte.

Al porto di Tobruk sono arrivati 1050 veicoli militari, per la maggior parte furgoncini Toyota molto utilizzati da milizie e forze armate in tutto il Medio Oriente. Ma ci sono anche mezzi blindati, già verniciati con colori mimetici. Li hanno fotografati alcuni reporter indipendenti libici e siti vicini al governo di Tobruk, come Libya al-Hurra.

Fonti vicine all’Lna dicono che 400 mezzi verranno usati in una prossima offensiva verso Sirte. Non è chiaro chi abbia fornito i mezzi. La Libia è sotto embargo per quanto riguarda la fornitura di armi. Ma il governo di Tobruk ha ricevuto rifornimenti da Paesi arabi amici, come Egitto ed Emirati, ed è tacitamente appoggiato dalla Francia, che ha dispiegato anche piccole unità delle forze speciali alla base Benina di Bengasi.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -