Manifestazione “Islam religione di pace” cancellata per rischio terrorismo islamico

 

Nicholas-Blancho

Le autorità bernesi hanno respinto la richiesta del CCIS di poter organizzare un evento di promozione dell’Islam come religione di pace e contro il terrorismo perpetrato dallo Stato islamico. La manifestazione, che avrebbe dovuto tenersi tra una settimana nella capitale e che conta già 500 iscritti.

Il motivo principale del rifiuto è il timore di eventuali ripercussioni da parte dell’ISIS. La manifestazione rappresenterebbe un potenziale bersaglio per il terrorismo islamico visto il suo forte messaggio di dissenso. Non sono inoltre da escludere malcontenti da parte della popolazione, in particolare dopo la vicenda della mancata stretta di mano da parte di due studenti basilesi. Un comportamento che il Consiglio centrale islamico svizzero aveva sostenuto, attirando su di sé l’ira dell’opinione pubblica.

Il CCIS e il suo presidente Nicholas Blancho non intendono accettare a cuor leggero questo divieto e paiono intenzionati a presentare ricorso al prefetto. “È un segno di disfatta negare una manifestazione contro il terrorismo per paura del terrorismo stesso”, così si legge sulla webpage del Consiglio. TICINONEWS



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -