Nega la villa per le nozze gay, parte la causa per danni

 

-BOLOGNA – Avevano già scelto la location per la loro festa di nozze, una villa in provincia di Bologna, ma quando la proprietaria si è resa conto che a sposarsi erano due donne ha deciso di negare loro gli spazi. E ora dovrà affrontare una richiesta di risarcimento per “responsabilità precontrattuale”. Lo fa sapere, parlando alla ‘Dire’, la consigliera comunale di Sinistra italiana, e avvocato, Cathy La Torre, che assiste le due donne insieme al collega Michele Giarratano e che aveva segnalato l’accaduto con un post sul suo profilo Facebook.

La Torre consigliera comunale SelIn sostanza, dice La Torre, “la proprietaria si è tirata indietro nella trattativa, accampando delle scuse, quando le due ragazze avevano già fatto dei sopralluoghi con la wedding planner, causando loro un danno economico”. Infatti, prosegue, “la wedding planner aveva già fatto i piani per la festa pensando che si sarebbe tenuta lì, e fatturerà loro le ore lavorate, anche se quei piani ora sono inutili e andranno rifatti in base alla nuova location”. Da qui la decisione di chiedere un risarcimento, che secondo La Torre è l’unica strada percorribile “in assenza di un quadro normativo sulle discriminazioni nei confronti delle persone Lgbt”.

DIRE.IT

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -