L’Italia scrive alla UE: “L’immigrazione durerà per decenni, abbiamo una strategia”

 

Passare “dalla fase dell’emergenza” nella gestione dei flussi migratori a quella “di una più ordinata e strategica gestione”.

immigr-hotel

E’ l’obiettivo del Migration Compact, un piano che l’Italia si prepara a presentare al Consiglio Affari Esteri della settimana prossima e che il presidente del Consiglio Matteo Renzi presenta in una lettera al presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, e al presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk. Si tratta, scrive Renzi, di “un contributo di pensiero su un possibile percorso per migliorare l’efficacia delle politiche migratorie esterne dell’Unione”.

Renzi: “Non c’è invasione, sul Brennero non faremo finta di niente”

“La chiusura, talvolta non adeguatamente motivata, delle frontiere da parte di alcuni Stati e il diffuso rifiuto di condividere gli oneri di questa sfida epocale mettono a rischio la tenuta dell’Unione”, ribadisce Renzi.

Migranti, negli ultimi 3 giorni quasi 6.000 arrivi in Italia

Per gestire con maggiore efficacia i flussi migratori verso l’Ue “sarà fondamentale finanziare e gestire a livello europeo un piano straordinario di rimpatri” e fornire “supporto legale e logistico, finanziario e infrastrutturale per la gestione dei flussi nei Paesi partner, anche attraverso uno screening accurato in loco tra rifugiati e migranti economici”, sottolinea nella stessa lettera Renzi il quale sottolinea che l’accordo Ue-Turchia non deve “rimanere un evento isolato. Se così fosse si determinerebbe tra l’altro uno squilibrio in termini di risorse e capitale politico impegnato rispetto ad altre aree geografiche, non meno importanti ai fini della questione migratoria”.

Il Migration Compact, che nel nome riecheggia il Fiscal Compact del 2012, è un non-paper, o aide-mémoire, termine che, in gergo diplomatico, indica un documento sottoposto alle altre delegazioni a fini di discussione, senza impegnare il Paese che lo presenta in modo vincolante. Il non-paper è composto di una dozzina di pagine e affronta un problema epocale, quello delle “migrazioni verso l’Europa, che si prevede durino per decenni, a causa delle dinamiche geopolitiche nei Paesi vicini e oltre, principalmente nel Medio Oriente e Nordafrica, Sahel e Corno d’Africa”.

Una sfida “complessa”, anche a causa della “natura mista dei flussi, composti sia da rifugiati che da migranti economici”. Mentre infatti i flussi nel Mediterraneo Orientale oggi sono composti in proporzione maggiore da rifugiati, a causa della guerra civile in Siria, “nel Mediterraneo Centrale e Occidentale sono composti principalmente da migranti economici e si prevede che durino nel medio e lungo termine”. L’Ue “dovrebbe affrontare entambe le sfide, come pure l’apertura di possibili nuove rotte, come quella nord-orientale”. ADNKRONOS

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “L’Italia scrive alla UE: “L’immigrazione durerà per decenni, abbiamo una strategia””

  1. E i milioni di clandestini resteranno TUTTI in Italia!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -