Satira su Erdogan, accuse alla Merkel: “vuole limitare la libertà di espressione”

 

angela-merkelHa provocato una tensione diplomatica tra Germania e Turchia per la sua satira contro Recep Tayyp Erdogan e ora il conduttore della tv pubblica tedesca, Jan Boehmermann, è sotto protezione della polizia e ha cancellato i suoi spettacoli.

Dopo la querela presentata dal Presidente turco, Boehmermann rischia fino a tre anni di carcere per una poesia in cui ha definito “pedofilo” Erdogan. La cancelliera Angela Merkel aveva definito i versi “lesivi” verso presidente turco.

“Boehmermann non sarà condannato a una pena eccessiva, ma ci sarà una punizione che è necessaria per riportarlo sulla retta via – sostiene l’avvocato tedesco di Erdogan, Michael-Hubertus von Sprenger – Fare satira non significa diritto di insultare”.

La maggior parte dell’opinione pubblica si schiera accanto al comico televisivo. Per il 54% dei tedeschi, un’indagine penale è inappropriata.

Ad aumentare le polemiche, i falsi scoop sulle mancate scuse del conduttore, mentre la stampa accusa la Merkel di mettere in discussione la libertà di espressione per salvare l’accordo sui migranti. euronews

Condividi