Finti profughi ospitati dal 2007, il “turismo” dei richiedenti asilo

 

immigr-hotel

Il 100% degli immigrati che si vedono respingere la richiesta d’asilo presenta ricorso: l’allarme arriva dalla prefettura di Gorizia, dove il vice prefetto Massimo Mauro sottolinea come il sistema di accoglienza del capoluogo isontino sia al collasso non tanto per colpa delle richieste d’asilo, ma per il numero esorbitante di ricorsi.

Come riferisce il quotidiano triestino Il Piccolo, praticamente tutti i profughi che non si vedono riconoscere il diritto allo status di rifugiato ricorrono alla giustizia per ottenere un nuovo giudizio, come peraltro è previsto dalla legge.

“Chi riceve il diniego, impugna il provvedimento. Succede praticamente nel 100% dei casi e questo innesca situazioni paradossali che vanno oltre ogni limite immaginabile – spiega Mauro – Ci sono persone che vanno avanti così dal 2007.”

Il viceprefetto sottolinea inoltre come la discrepanza fra diversi Paesi Europei nell’applicazione delle norme del diritto dei rifugiati favorisce una maggiore concentrazione dei migranti verso l’Italia:”Siamo uno dei pochi Paesi che non ha recepito il principio di ricollocamento, cioè di rimpatrio in zone non pericolose per il migrante a cui non viene riconosciuta la protezione internazionale. Germania, Inghilterra, Svezia e molti altri Paesi lo fanno regolarmente, l’Italia no e questo alimenta il fenomeno del “turismo” dei richiedenti asilo. Per questo occorrerebbe un sistema unico per tutti i 27 Paesi dell’Unione europea”

I ricorsi di massa, infatti, celano un problema assai grave: i richiedenti asilo, anche una volta “rifiutati”, presentano ricorso senza alcuna speranza di vedersi riconosciuto lo status di rifugiati. Ma sono ben consapevoli che, nella (lunga) attesa della sentenza, verranno loro riconosciuti tutti i benefici dell’assistenza dovuta ai richiedenti asilo.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -