Panama papers, Poroshenko si giustifica: società offshore per separare affari e politica

 

PoroshenkoNell’affare Panama Papers il presidente ucraino si difende dalle accuse di evasione fiscale durante una sua visita a Tokyo. Secondo Petro Poroshenko la società offshore è stata creata per separare gli affari dalla politica. Intermediaria la banca Rothschild, con lo scopo di vendere le attività del presidente.

“Appena sono diventato presidente ho dichiarato che tutte le mie imprese sarebbero passate in un blind trust assolutamente trasparente della più grande banca d’investimenti al mondo”, ha affermato Poroshenko. “Adesso posso farne il nome, si tratta della Rothschild. La società veicolo è una pratica del tutto normale. Non ha nulla a che fare con il fatto di pagare meno tasse o con operazioni segrete. Ne hanno parlato i media ucraini ed è stata registrata a mio nome. Questa società non ha aperto un conto bancario e non ha ricevuto un centesimo dall’Ucraina. Il suo unico scopo è stata la separazione trasparente delle aziende del presidente ucraino da qualsiasi influenza politica”.

Martedì il fisco ucraino ha fatto sapere che esaminerà i documenti sulla società di Poroshenko alle isole vergini britanniche. Il presidente annuncia misure politiche: “Prevedo di introdurre una riforma significativa che impedisca l’uso di società offshore e di conti offshore in Ucraina. È una parte considerevole del mio prossimo programma di riforme”.

Il sospetto è che Poroshenko abbia evaso milioni di dollari come unico azionista della holding offshore per la sua azienda di prodotti dolciari, Roshen, istituita mentre l’est dell’Ucraina era in pieno conflitto. Prima delle elezioni del 2014 Poroshenko aveva promesso di venderla e di lottare contro la corruzione.  EURONEWS



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -