Il genocidio delle aziende agricole italiane

Condividi

 

 

Dopo il formaggio senza latte, l’olio tunisino, il cioccolato senza cacao, il vino con zuccheri aggiunti, ora anche il riso importato senza dazi dall’Asia? Ma è questa l’Europa che vogliamo?Io dico NO ad una politica comune che azzera le eccellenze, cancellando la ricerca della qualità tanto cara ai nostri produttori. Scegliamo prodotti locali, a denominazione, abituiamoci a leggere le etichette e tuteliamo i nostri prodotti a km zero!

Pubblicato da Luca Zaia su Lunedì 4 aprile 2016

 

Dopo il formaggio senza latte, l’olio tunisino, il cioccolato senza cacao, il vino con zuccheri aggiunti, ora anche il riso importato senza dazi dall’Asia?
Ma è questa l’Europa che vogliamo?
Io dico NO ad una politica comune che azzera le eccellenze, cancellando la ricerca della qualità tanto cara ai nostri produttori. Scegliamo prodotti locali, a denominazione, abituiamoci a leggere le etichette e tuteliamo i nostri prodotti a km zero!

made-italy

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Il genocidio delle aziende agricole italiane”

  1. I cinesi stanno comprando a mani basse ogni risaia in vendita, poi “si dice” che facciano arrivare il riso clandestinamente dalla Cina e lo rivendano come riso italiano, ma queste sono solo “voci” “insinuazioni” tutti conosciamo la specchiata onestà dei cinesi

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -