Spagna, Banca centrale taglia le stime del Pil. Peggioramento nel 2017

 

spagnaROMA, 1 APR – L’economia spagnola rallenta e la Banca centrale di Spagna rivede al ribasso le stime sul Pil 2016. Nel primo trimestre di quest’anno la crescita è stata dello 0,7% dopo il +0,8% registrato nel quarto trimestre 2015 e la Banca centrale iberica ha abbassato le previsioni per il 2016 portandole al 2,7% dal 2,8% stimato in precedenza.

Per il 2017 ci si attende un ulteriore rallentamento del Pil al 2,3%. I dati si raffrontano al balzo del 3,5% segnato dal Pil nel 2015, il più alto dallo scoppio della crisi finanziaria nel 2008 e uno dei più forti nell’area europea. La Banca centrale spagnola ha anche tagliato drasticamente le stime sull’inflazione e per il 2016 prevede un -0,1% contro il +0,7% atteso in precedenza. Le proiezioni arrivano all’indomani del flop sul fronte del deficit pubblico spagnolo: nel 2015 si è attestato sul 5,24% del Pil, sforando il target del 4,2% concordato con l’Ue. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -