L’Italia regala 8 milioni di euro alla Tunisia per la costruzione di due dighe

 

Prosegue lo spreco di denaro pubblico della Cooperazione italiana allo sviluppo in Tunisia ed in particolare delle regioni del sud del Paese. Sono quasi giunti a termine i lavori, finanziati appunto dalla Cooperazione italiana, per la costruzione di una diga a Oued Chaffar e sono cominciati quelli per una seconda diga vicina, presso l’Oued Sidi Salah.

Il progetto mira a contribuire al miglioramento delle condizioni economiche e sociali della popolazione residente, aumentando la disponibilità di risorse idriche nell’area di Sfax attraverso la costruzione delle due dighe collinari e alcune opere di sistemazione idrogeologica dei bacini imbriferi.

La realizzazione delle due opere, per un importo complessivo di circa 8 milioni di euro, è finanziata nel quadro del Programma Sahara Sud, il cui valore globale è di 75 milioni di dollari. L’Ente esecutore è la Direzione generale delle Risorse idriche del Ministero dell’Agricoltura e delle Risorse idrauliche tunisino, che a livello regionale opera attraverso il Commissariato regionale di Sviluppo agricolo di Sfax.

Pochi giorni fa la visita sui luoghi del progetto dell’ambasciatore d’Italia a Tunisi, Raimondo De Cardona e della rappresentante dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, Cristina Natoli. (ANSAmed)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -